Desk Aeronautico è consultabile gratuitamente, la pubblicità è l'unico modo per mantenere il sito online. Cercheremo di renderla il meno invasiva possibile, disattiva AdBlock!

Le modifiche dell’AIRAC 10/2018 dall’8 novembre

Entrano in vigore il prossimo 8 novembre le modifiche introdotte in AIP Italia dal ciclo AIRAC 10/2018. Tra le modifiche più importanti troviamo:

  • Introduzione delle norme particolari per il controllo della velocità per gli aeromobili in arrivo a Fiumicino e Ciampino;
  • Cancellazione della zona per attività VDS di Gragnano e dei corridoi Piacenza centro, nord e ovest.

Verranno inoltre recepiti i NOTAM già in vigore su:

  • Introduzione delle norme particolari per il controllo della velocità per gli aeromobili in partenza da Malpensa, Linate, Bergamo e Lugano e in arrivo a Catania;
  • Implementazione delle aree con copertura radio discontinua nella FIR di Milano;
  • Implementazione zona TIBA (trasmissione di informazioni di traffico da parte di aeromobili) nell’ATZ di Lampedusa quando non vengono forniti i servizi ATS;
  • Revisione delle procedure strumentali di Cagliari.

Le modifiche in dettaglio

Le nuove norme per il controllo della velocità per gli aeromobili in arrivo a Fiumicino e Ciampino prevederanno che i piloti devono ridurre la velocità a:

  • 210 kt IAS, iniziando la virata per intercettare il LOC, o l’appropriata radiale VOR , oppure ad una distanza di 12 NM dalla soglia pista in caso di avvicinamento diretto;
  • 180 kt IAS al completamento della virata per l’intercettazione, o ad una distanza di 8 NM dalla soglia pista in caso di avvicinamento diretto;
  • 160 kt IAS ad una distanza di 4 NM dalla soglia pista.

Roma avvicinamento potrà chiedere di regolare in modo specifico la velocità durante l’avvicinamento intermedio oppure apportare correzioni di velocità nell’ordine di più o meno 20 kt fino ad una distanza di 4 NM dalla soglia pista.

Per gli aeromobili in partenza da Linate, Malpensa, Bergamo e Lugano è già in vigore l’obbligo di mantenere una IAS non superiore a 230 kt fino all’attraversamento di 6000 ft e non superiore a 250 kt fino ad attraversare FL100.

Gli aeromobili in arrivo a Catania devono ridurre la velocità a:

  • 250 kt IAS a FL100 o al di sotto;
  • 210 kt IAS ad una distanza di 12 NM dalla soglia pista;
  • 180 kt IAS ad una distanza di 9 NM dalla soglia pista;
  • 160 kt IAS ad una distanza di 5 NM dalla soglia pista.

Verranno inoltre aggiornate le carte VFR in ENR 6 con le aree con copertura radio discontinua nella FIR di Milano introdotte dal NOTAM A6151/18. Nel caso in cui si preveda di attraversare tali aree in spazio aereo ‘G’ per lasciare lo spazio aereo nazionale, al fine di evitare inutili attivazioni delle fasi di distress, è necessario terminare la fornitura dei servizi ATS con Milano Informazioni prima di interessarle.

Sarà aggiornata la sezione AD 2 di Lampedusa con i dettagli sulla gestione dei movimenti sul piazzale aeromobili, le procedure applicabili in condizioni di visibilità ridotta e l’introduzione della procedura operativa ‘TIBA’ (trasmissione di informazioni di traffico da parte di aeromobili) dalle 22.00 alle 06.00 in assenza di servizi ATS, come introdotto già dal NOTAM B4588/18 dall’1 agosto. La procedura di trasmissione di informazioni di traffico da parte di aeromobili obbliga il pilota ad effettuare le comunicazioni all’aria sulla determinata frequenza VHF e a mantenere l’ascolto radio da 10 minuti prima dell’ingresso in ATZ fino all’uscita.

Nelle procedure di Cagliari saranno recepite le seguenti modifiche:

  • aggiornamento della STAR KOVAS 2A e della virata per la holding in caso di mancato avvicinamento;
  • aggiornamento delle STAR EPIDA 1A, 1B e 1C e KOVAS 1F;
  • aggiornamento della procedura di mancato avvicinamento ILS Y e NDB pista 32.

Pin It on Pinterest